SERVIZI

HOSPICE CURE PALLIATIVE

HOSPICE E CURE PALLIATIVE

Le cure palliative sono rivolte alla dimensione fisica, psicologica, emozionale, sociale e spirituale del malato e della sua famiglia.
La diffusione degli Hospice e l’importanza delle cure palliative nella medicina moderna, sono in gran parte dovute alla dedizione di Cicely Saunders (Barnet 22.06.1918 – South London 14.07.2005) un’intellettuale britannica, infermiera, medico e scrittrice che, mentre il conflitto della seconda guerra mondiale infuriava, diede gli esami di pronto soccorso ed assistenza domiciliare ai malati, presso la Croce Rossa anglosassone.
Nel 1957 Cicely Saunders ottiene la Laurea in Medicina e concentra i propri studi sull’attenuazione del dolore nei malati terminali, promuovendo la tecnica della costante somministrazione degli antidolorifici, contro la vigente prassi secondo cui venivano somministrati solo quando il paziente lo richiedesse. La sua sperimentazione dimostrò che, una somministrazione regolare, permetteva al paziente di ricevere dosi minori, di rimanere vigile e di ridurre il rischio di dipendenza. Questo approccio alla gestione del dolore divenne uno dei capisaldi dell’assistenza in Hospice.
La Saunders iniziò una raccolta di fondi per finanziare il suo progetto: la costruzione del St. Christopher’s Hospice che fu inaugurato nel 1967 e venne definito “un ospedale e una casa”.
In quel luogo Cicely continuò a dedicarsi ad assistere i malati terminali fino alla fine della loro vita, nel modo più confortevole possibile.

Presentazione

Presso la Fondazione è operativo l’Hospice – Centro residenziale di cure palliative – “Il Gelso” che ha una capienza di 10 posti, caratterizzati da tutti i requisiti previsti per attuare un programma di cure palliative dedicato alle persone affette da malattie inguaribili in fase avanzata e terminale, non assistibili presso il proprio domicilio.

Progetto di assistenza

L’obiettivo principale è di accompagnare la persona malata, nella fase finale della vita, nel pieno rispetto della sua dignità, mediante il controllo del dolore e del disagio fisico e psichico.
La presenza di familiari e amici è gradita, per poter ricreare lo spirito dell’assistenza ed il clima domestico della propria casa.
Le cure palliative rappresentano una risposta integrata ai bisogni del malato e racchiudono l’essenza stessa del “prendersi cura” della persona.


Organizzazione dell’Hospice “Il Gelso”

Ogni stanza singola, dotata di servizi igienici indipendenti, è inserita in un contesto predisposto per garantire il più elevato livello di umanizzazione possibile: aree di socializzazione, possibilità per i familiari di rimanere all’interno della struttura durante tutta la giornata, senza limiti di accesso o di tempo, disponibilità per un familiare di dormire nella stessa stanza accanto al malato, area per la preparazione di cibi personalizzati (cucinetta-tisaneria).
E’ possibile portare con sé ciò che è ritenuto utile o caro per personalizzare la stanza.
L’accesso dei parenti in Hospice è consentito 24 ore su 24, nei limiti del rispetto per gli altri ricoverati.


Personale dell’Hospice “Il Gelso”

In Hospice è garantita un’assistenza medica ed infermieristica continuativa.
L’equipe sanitaria, che è composta da medici, psicologa, infermieri, operatori socio-sanitari, assistente sociale,dietologa,  assistente spirituale e musicoterapista, è stata particolarmente preparata e motivata al supporto dei malati inguaribili ed alla relazione con le loro famiglie.
Alla psicologa i malati e i loro familiari possono rivolgersi per colloqui individuali di sostegno.
L’assistenza spirituale è curata dal Rev.do Padre Raffaele Finardi, che visita i malati giornalmente e si rende particolarmente disponibile anche nei confronti dei familiari, nella delicata opera di conforto spirituale.
Un assistente sociale è a disposizione per i casi in cui sia necessario attivare le risorse del territorio o per aiutare nelle pratiche necessarie ad ottenere particolari agevolazioni, per esempio le domande di invalidità civile e i permessi lavorativi per i parenti.
La musicoterapista, attraverso incontri individuali e l’ascolto condiviso di musica, mira anch’essa a migliorare le condizioni di vita, dando sostegno relazionale all’ammalato, fornendogli inoltre momenti di rilassamento e distensione.


Volontariato in Hospice

In Hospice è presente un gruppo di volontarie che periodicamente partecipano a incontri formativo-informativi.
Al termine degli incontri i partecipanti che manifestano l’intenzione di diventare dei volontari, sostengono un colloquio con la psicologa, al fine di valutare le forme di presenza all’interno del reparto più adatte a ciascuno.

Tariffe

L’Hospice “Il Gelso” è accreditato dalla Regione Lombardia.
Il ricovero è quindi completamente gratuito.

Carta dei servizi e Modulistica per accesso

Per l’accesso alle prestazioni di ricovero in Hospice occorre la prescrizione del Medico di Medicina Generale o la richiesta del Medico di Unità Operativa Ospedaliera oppure proposta dai servizi domiciliari di cure palliative.
La domanda di ricovero viene presentata dall’interessato o dai familiari utilizzando l’apposito modulo disponibile presso l’Hospice, allegando le relazioni cliniche, nonché ogni altra documentazione atta a fornire le informazioni necessarie alla valutazione del paziente.
L’ammissione all’Hospice è sempre subordinata all’assenso espresso dal soggetto o dai suoi familiari che vengono preventivamente informati sulle caratteristiche della Struttura e sugli obiettivi del trattamento.
Prima dell’ingresso nel Hospice, risulta indispensabile avere informazioni precise e dettagliate, non solo sulla salute psico-fisica del malato, ma anche sulle sue abitudini e sul suo ambiente di provenienza.
A tale proposito viene organizzato un colloquio preliminare con i familiari.

>Scarica la Domanda di Ammissione in Hospice

Per avere chiarimenti circa le modalità di accesso in Hospice è necessario contattare i medici responsabili o l’Infermiera Professionale Referente durante le ore diurne dei giorni feriali. Nei giorni festivi l’infermiera professionale di turno può fornire, anche telefonicamente, informazioni utili sul Centro.

Tel. 031/33.32.157 — Fax. 031/33.32.160

email: hospice@giuseppinaprina.it 

>Visualizza la carta dei servizi Hospice

>Visualizza la brochure informativa sull’Hospice


La misurazione della soddisfazione del Cliente
La valutazione della soddisfazione del Cliente viene svolta attraverso la compilazione, da parte dei pazienti, di un questionario costituito da una serie di domande relative a giudizi sui servizi erogati e sullo standard percepito di organizzazione ed efficienza. I questionari vengono inoltre inviati al domicilio dei parenti del paziente qualche settimana dopo la dimissione; i risultati vengono analizzati in equipe e pubblicati sul sito della Fondazione.

>Visualizza il questionario di soddisfazione del Cliente